Gruyeres, piccolo borgo medievale, e la fabbrica di cioccolato
GRUYERES E LA FABBRICA DI CIOCCOLATO
17 Gennaio 2024
La Gardesana: Salò, Limone sul Garda, Riva del Garda e le cascate del Varone per una gita di scoperta del lago
LA GARDESANA: SALÒ, LIMONE, RIVA DEL GARDA
17 Gennaio 2024

CASTELLO DELLA MANTA E SALUZZO

Castello della Manta

DOMENICA 22 SETTEMBRE  2024

Partenza dai luoghi convenuti con destinazione Castello della Manta (250 km) ed arrivo in mattinata. Incontro con la guida per la visita guidata del Castello e dei Giardini (ingresso al Castello € 8,00 a persona).

Nata nel XIII secolo come avamposto militare, la roccaforte subì un’importante trasformazione nel Quattrocento grazie all’ illuminato Valerano, signore e reggente del Marchesato di Saluzzo, che la trasformò in una fastosa dimora di famiglia in concomitanza con l’istituzione del feudo della Manta.

Fu lui a volere arricchire la Sala Baronale con i bellissimi affreschi che oggi costituiscono testimonianze uniche della cultura cavalleresca del tempo. Sulla parete sud, il mito dell’eterna giovinezza, ispirato a un romanzo cavalleresco, il “Roman de Fauvel”, è raffigurato dalla fontana della giovinezza, sormontata dal dio Amore.

Sul lato opposto della sala, vegliano nove prodi eroi e nove eroine dell’antichità classica che, in abiti quattrocenteschi, raffigurano le virtù militari e morali. Intorno alla metà del XVI secolo, il complesso quattrocentesco fu oggetto di nuove trasformazioni e a questo periodo risale il Salone delle Grottesche, caratterizzato da uno splendido soffitto decorato con dipinti e stucchi di chiara impronta manierista, ispirati a quelli delle Logge di Raffaello in Vaticano.

Da visitare anche gli ambienti di servizio con le cantine e il cucinone con la gran volta a botte e un grandioso camino, la chiesa castellana, voluta da Valerano e impreziosita con importanti affreschi dedicati alla Passione di Cristo, e, infine, il parco ampio ed ombreggiato da cui si gode di un’incantevole vista sulle ridenti colline della val Varait. 

Al termine della visita pranzo in ristorante, menù tipico (può subire variazioni nei contenuti):

 

primo: Gnocchi tipici della Valle Varaita

secondo: Tamburino di Coniglio con patate al forno

dolce: Parfait al torrone con colata di cioccolato caldo

¼ vino rosso della casa a testa, acqua e caffè 

 

Dopo pranzo si prosegue per la visita libera del marchesato di Saluzzo. Il suggestivo nucleo storico della città alta conserva ancora oggi la sua impronta medioevale, nelle sue ripide contrade, nelle scalinate a ciottoli, nelle vecchie dimore e nei giardini nascosti…

Dalla collina, il vecchio borgo offre un panorama grandioso sulla pianura, le Langhe e l’intero arco alpino dominato dal Monviso, il Re di Pietra. Si possono scoprire le bellezze artistiche ed i monumenti-faro della città: la Castiglia, antica dimora dei Marchesi, la suggestiva Salita al Castello con i suoi palazzi nobili e l’Antico Palazzo Comunale, notevole esempio di architettura civile gotica dove oggi è possibile visitare la pinacoteca «Matteo Olivero», recentemente inaugurata.

Imperdibili la chiesa e il chiostro di S. Giovanni oltre che alla Casa Cavassa, sede del Museo civico. Durante il XVII° e XVIII° secolo la città si arricchisce, sotto i Savoia, di numerosi monumenti in stile barocco.

Di grande importanza la Cattedrale con il grandioso altare maggiore in marmi policromi, la Confraternita della Misericordia, dalla facciata suggestiva e movimentata in mattoni rossi e l’interno arioso, la chiesa di S. Bernardo con la Cappella dell’Immacolata Concezione, vero gioiellino in stucco, e la chiesa di San Giovanni con il sontuoso altare della Madonna del Rosario.

Al termine, partenza per il rientro con arrivo previsto in serata.

 

LUOGHI DI PARTENZA: 

Domodossola: Piazza stazione alle ore 05:45

Piedimulera: Centro Calzaturiero alle ore 06:55 (min 6 persone)

Gravellona Toce: Rotonda Ipercoop alle ore 06.15

Paruzzaro: parcheggio Autoarona alle ore 06:45

Suno: Centro Commerciale Risparmione alle ore 07.00

 

Informazioni pratiche: 

Dal parcheggio bus, il raggiungimento del Castello della Manta per la visita guidata avviene a piedi per 15 minuti circa in leggera salita.

QUOTA PER PERSONA € 99,00

La quota comprende: viaggio in bus, visita guidata del Castello e Giardini, pranzo tipico piemontese in ristorante, nostro accompagnatore ed assicurazione

Da pagare in loco: ingresso Castello € 8,00 a persona

 

Pagamento: totale all’atto della prenotazione

Penalità in caso di annullamento: totale

 

Informativa completa per il presente pacchetto viaggio disponibile su richiesta e/o visionabile su sito www.verbanoviaggi.com

Organizzazione tecnica: Verbano Viaggi – www.verbanoviaggi.com

BAVENO: P.zza IV Novembre, 2 Baveno (VB) – Tel. 0323 / 923196

OMEGNA: Via Cavallotti, 8 Omegna (VB) – Tel. 0323 / 641941