BERGAMO ALTA E SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII
8 Gennaio 2024
GUSTOBUS: CERTOSA DI PAVIA E PRANZO IN AGRITURISMO
8 Gennaio 2024

PARMA ED IL CASTELLO DI TORRECHIARA

DOMENICA 17 MARZO 2024

Partenza dai luoghi convenuti, soste lungo il percorso, arrivo al Castello di Torrechiara in mattinata ed incontro con la guida inizio della visita guidata.

Il Castello di Torrechiara – la fortezza dal cuore affrescato – sorge “altiera et felice“. Venne costruito tra il 1448 e il 1460 dal Magnifico Pier Maria Rossi ed è un esempio tra i più significativi e meglio conservati di architettura castellare italiana.

All’interno del Castello straordinaria la “Camera d’Oro”, attribuita a Benedetto Bembo.

Da notare la ricchezza degli affreschi a ‘grottesche’ di Cesare Baglione.

La sua funzione difensiva è attestata da tre cerchia di mura e da quattro torri angolari, la destinazione residenziale provata dalla ricchezza degli affreschi a ‘grottesche’ di Cesare Baglione.

Al termine della visita trasferimento a Parma e tempo a disposizione per il pranzo libero.

Nel pomeriggio visita guidata della cittadina .

Le origini della città si fanno risalire al periodo etrusco ma acquistò splendore ed importanza come colonia romana nel 183 a.C. quando il console Marco Emilio Lepido la nominò Julia e Augusta.

Parma fu contesa fra i Visconti e gli Sforza finché nel 1545 il Papa Paolo III Farnese la concesse al nipote Pier Lugi. Il ducato della dinastia dei Farnese durò per quasi due secoli e conobbe grandi fasti e la costruzione dei principali monumenti.

Con l’estinzione dei Farnese nel 1731 il ducato fu ereditato dai Borbone di Spagna che vi regnarono fino alla Rivoluzione Francese. Nel 1802 la città cadde sotto il dominio napoleonico alla caduta del quale, il congresso di Vienna concesse gli stati parmensi alla moglie Maria Luigia d’Austria. Alla morte di Maria Luigia, Parma tornò nuovamente ai Borboni e nel 1860 entrò a far parte del Regno d’Italia. La provincia di Parma è legata ad artisti illustri come Arturo Toscanini, Niccolò Paganini e Giuseppe Verdi.

Da vedere:
– La cattedrale è uno dei maggiori esempi dell’architettura romanico-padana del sec. XII, accompagnata da un campanile gotico del 1294
– il Battistero (esterni) e’ una costruzione romanico-gotica del 1200 a pianta ottogonale, i cui rilievi sia all’esterno che all’interno, sono opera dell’Antelami
Chiesa Santa Maria della Steccata fu costruita fra il 1521 ed il 1539 ed è in stile rinascimentale a croce greca
Pinacoteca “Giuseppe Stuard”(esterni) situata difronte all’Università, è la più importante collezione privata della città

Partenza nel pomeriggio con arrivo previsto in serata .

LUOGHI DI PARTENZA:
Domodossola: Autostazione, alle ore 05.00
Piedimulera: Centro Calzaturiero alle ore 05.10
Gravellona Toce: rotonda Ipercoop vicino al ponte alle 05.35
Arona: Paruzzaro parking Autoarona 06,00
Suno: Centro Comm. Risparmione alle ore 06.15
Busto Arsizio (Giardineria) 06.45

QUOTA PER PERSONA € 69,00
La quota comprende: viaggio in bus G.T., visita del Castello di Torrechiara con guida, visita guidata di Parma , n.s. accompagnatore, Assicurazione
La quota non comprende: Pranzo, eventuali ingressi in altri monumenti, tutto quanto non espressamente specificato

 

Informativa completa per il presente pacchetto viaggio disponibile su richiesta e/o visionabile su sito www.verbanoviaggi.com

Organizzazione tecnica: Verbano Viaggi – www.verbanoviaggi.com

BAVENO: P.zza IV Novembre, 2 Baveno (VB) – Tel. 0323 / 923196

OMEGNA: Via Cavallotti, 8 Omegna (VB) – Tel. 0323 / 641941